Tu sei qui: Home / Associazione - Contatti

Associazione

Ottobre 1946

L'Associazione Radioamatori Italiani (www.ari.it) fu fondata nel 1927 da Ernesto Montù (a quel tempo Associazione Radiotecnica Italiana), uno dei primi radioamatori nel nostro Paese. Nel 1950 essa venne eretta in Ente Morale con Decreto dell'allora Presidente della Repubblica Luigi Einaudi.

A livello locale, l'Associazione è organizzata in Sezioni, sparse su tutto il territorio Nazionale.

Una città che ha sempre rappresentato molto per la comunità Radioamatoriale Italiana è sicuramente Modena, che ospita la Sezione 4101 già dal 1946 (Nell' immagine accanto: la nostra Sezione su Radio Rivista N. 2 dell'Ottobre 1948).

La Sezione di Modena è intitolata al Radioamatore modenese Egeo Wolmer Malpighi, I4MES, e conta circa 180 soci. Questo numero, abbastanza elevato per una città come Modena, è frutto di una radicata tradizione e passione, che negli anni ha sempre visto nascere Radioamatori competenti e migliorato l'offerta associativa.

La Sezione di Modena offre, tra gli altri, diversi servizi:

  • Interfaccia burocratica verso gli uffici centrali dell'ARI di Milano
  • Assistenza burocratica verso il Ministero delle Telecomunicazioni
  • Interfaccia con la comunità locale, tramite incontri con le scuole, partecipazioni a mostre e fiere del settore e non
  • Gestione del servizio QSL, efficiente in quanto grazie all'alto numero di soci e di stazioni attive, i pacchi QSL vengono ricevuti e inoltrati almeno una volta al mese
  • Organizzazione di Corsi per diventare Radioamatore, con cadenza annuale
  • Organizzazione di Corsi di avviamento alla radio, o su tematiche avanzate
  • Gestione di una sala radio, tecnologicamente efficiente e all'avanguardia, a disposizione dei Soci, degli organi di Protezione Civile e di Scuole/Università
  • Assistenza radio a manifestazioni, prevalentemente sportive
  • Gestione ponti ripetitori locali, utili ad assicurare le comunicazioni su tutto il territorio provinciale
  • Attiva partecipazione alle Emergenze Radio di Protezione Civile, nella figura di membro fondatore della Consulta Provinciale del Volontariato per la Protezione Civile (CPVPC)
  • Organizzazione di manifestazioni tecnico-scientifiche, come il Symposium V/U/SHF, l' SDR Day, le Serate HF, il Modena Contest Meeting
  • Gestione e organizzazione del Mercatino di Marzaglia, appuntamento di incontro e scambio per Radioamatori di tutta Europa
  • Progettazione e realizzazione di kit utili per le attività dei Radioamatori, con i quali è possibile cimentarsi nell'autocostruzione elettronica e/o usufruire delle loro funzionalità per approfondire un settore dell'attività radiantistica

 

La nostra sede è aperta ogni Martedì, dalle 21 in poi. Per contattarci, visita la sezione Contattaci.

Azioni sul documento